GRANDE VIOLENZA CONTRO PICCOLE PERSONE

Video impressionanti!  Quanta violenza nei confronti di bimbi così piccoli e cosi inermi.  Leggiamo da “La Stampa Premium. “Immagini terribili che in poche ore hanno fatto il giro dell’universo digitale quelle diffuse dalla questura di Vercelli. Che ha documentato grazie a una serie di telecamere nascoste 52 episodi di violenza fisica e psicologica commessi da tre maestre sui bambini della scuola d’infanzia Korczak, una delle più rinomate di Vercelli. Le insegnanti sono finite ai domiciliari, i bambini e le loro famiglie dentro un incubo da cui stanno cercando faticosamente di risvegliarsi.”

C’è chi afferma: “E’ incredibile!”  Ma purtroppo è credibile questa volta ci sono pure le telecamere ad affermarlo! Qualcuno reagisce dicendo: “E’ assurdo ed impossibile  tanto sadismo perché vedendo lo sguardo di un bambino di una scuola materna,  tanto piccolo ed indifeso,  non si può assumere un comportamento distruttivo!” Ma si tratta di un ragionamento da “anima bella”, tipico di chi vuole mantenere un’idealizzazione della specie emana e della mente umana!  E’ proprio la differenza di età e di potere, che  può sollecitare un adulto in difficoltà, infelice ed incapace di amare  dall’equilibrio precario – un adulto come ce ne sono tanti – ad agire violenza nei confronti di un bambino fragile. E’ proprio la sensazione di dominio e di totale controllo sulla situazione che può spingere un adulto incompiuto con un’infanzia inascoltata e rimossa alle proprie spalle – un adulto come ce ne sono tanti – a sentirsi di fronte ad una piccolissima  persone come un Dio, sciolto da ogni regola, libero di imporre la propria legge, pronto  a giustificare a se stesso la propria violenza sfogandosi di tutte le frustrazioni presenti e passate ai danni di un bimbetto.

Il primo impegno delle istituzioni deve essere quello di riconoscere e di contrastare le forme di violenza e di mancanza di rispetto dei bambini che possono annidarsi nel funzionamento quotidiano delle istituzioni stesse. In ogni istituzione per l’infanzia ed anche in ogni istituzione per la prima e primissima infanzia la violenza sui bambini è per lo meno una possibilità da non escludere, è l’esito potenziale di un piano inclinato derivante dal dislivello abissale di potere e di capacità di negoziazione tra adulti e bambini.

 

 

Psicologo, psicoterapeuta, direttore scientifico del Centro Studi Hansel & Gretel

Claudio Foti

Psicologo, psicoterapeuta, direttore scientifico del Centro Studi Hansel & Gretel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.