HALLOWEEN E SATANISMO: QUANDO LO SCHERZETTO FA DAVVERO PAURA

Di Viola Salis e Federica Friggi


I bambini adorano Halloween perché è sia divertente che pauroso: ci si veste da streghette, fantasmini, draculini e scheletrini…tutto molto carino e innocentino! Ma cosa si nasconde davvero dietro questa festa? Dietro il classico gioco “dolcetto o scherzetto?”

Dobbiamo distinguere l’origine storica e simbolica  dal carattere che questa festa ha assunto nella cultura di massa della società contemporanea. Per i satanisti e le “streghe” Halloween non è affatto uno scherzo ma un appuntamento atteso tutto l’anno.

Per questi gruppi il 31 ottobre è il giorno del compleanno di Lucifero e segna anche il capodanno celtico. In questa occasione i celti si aspettavano di essere tormentati dalle anime e dagli spiriti dei demoni e non era certo un divertimento per loro. I druidi trascinavano la gente in cerimonie nelle quali cavalli, gatti, pecore nere, esseri umani e altre offerte erano raccolti, infilati in grandi gabbie di legno e bruciati vivi. La gente si vestiva con pelli e teste di animali e danzavano intorno al fuoco, questo veniva fatto per tenere lontano gli spiriti maligni. L’usanza delle maschere deriva anche dall’uso di indossare una specie di travestimento per nascondere la propria identità agli spiriti.

Il giochetto del ” dolcetto o scherzetto”, così diffuso e giocoso nella nostra cultura, deriva invece dall’antica usanza dei druidi di andare di casa in casa in quella notte a chiedere denaro, cibo e sacrifici umani. Se venivano accontentati promettevano prosperità e fortuna, al contrario, in caso di frustrazione della richiesta,  lo scherzetto era una maledizione lanciata sulla famiglia che era risultata ingenerosa. Essi portavano con sè delle grosse rape scavate e intagliate con facce demoniache (oggi le zucche) e credevano che all’interno ci fosse uno spirito che li guidasse nella notte: il loro piccolo demone personale.
Tornando ai giorni nostri queste radici sembrano lontane e completamente dimenticate, ma in realtà qualcosa è rimasto …

La cultura satanista non è totalmente scomparsa. Ciò che è certo è che i riti e i sacrifici animali, la notte del 31 ottobre, registrano un grande incremento: cani, gatti ed altri animali domestici vengono sacrificati al diavolo. Una situazione che conoscono bene le guardie zoofile e i volontari che ogni anno pattugliano le zone considerate più a rischio a partire dalle aree verdi della Capitale fino a Torino, considerata da sempre la città esoterica e “satanista”  italiana per eccellenza. Gli adoratori del demonio a Torino sarebbero molti e si radunerebbero in case private per svolgere rituali di ogni genere compresi gli abusi ritualistici.

I segni dell’attività delle sette sataniche sono in qualche misura riscontrabili sull’intero territorio nazionale. In angoli remoti sorgono ruderi abbandonati e ricolmi di simboli esoterici. Le chiese talvolta sono derubate delle ostie benedette e i cimiteri saccheggiati per procurare resti umani destinati ai più disparati riti e malefici.

Le sette sataniche sono gruppi organizzati in modo gerarchico, purtroppo sono entità d’impronta sadica e medioevale che sopravvivono in una cultura moderna, che si autorappresenta come “civile”.  AI vertice c’è un capo, che fa da tramite tra il gruppo e Satana. Spesso fanno parte del gruppo donne e bambini, che vengono plagiati o suggestionati dai membri più anziani, attraverso manipolazioni psicofisiche, e vengono utilizzati nei rituali satanici di tipo sessuale. Generalmente i capi preferiscono bambini o appartenenti a famiglie che svolgono ruoli chiave all’interno delle sette o persone facilmente vulnerabili e senza punti di riferimento. Il Telefono Azzurro ha infatti messo in luce l’impressionante fenomeno della scomparsa, in Italia, di un bambino ogni 48 ore, in particolare bambini stranieri, magari privi di documenti, di cui si perdono completamente le tracce. E in quattro casi su cinque questi bambini non vengono più trovati. Questi bambini possono venire utilizzati spesso come marionette sacrificali nelle notti delle messe nere e dei riti satanici poiché viene inculcato che la loro innocenza aumenta l’effetto magico e la potenza energetica di coloro che partecipano al rito.

Il sesso riveste sempre un ruolo fondamentale in tutti i rituali satanici, in quanto conserte il raggiungimento di un piacere che può confondersi con l’onnipotenza.  Il sesso non è visto come una dimensione di scambio e di reciprocità e neppure come attività procreativa. Durante i rapporti sessuali satanici non viene concepita nessuna vita e qualora dovesse capitare c’è subito il ricorso all’aborto che, tra l’altro, viene considerato il sacrificio satanico per eccellenza. I satanisti ritengono che l’energia sprigionata durante l’atto sessuale, e più precisamente durante l’eiaculazione, sia maschile che femminile, permetta di entrare in contatto con la potenza  male. Rapporti eterosessuali, omosessuali, orge con rapporti masochistici o con sodomizzazioni sono quindi elementi essenziali del rituale satanico.

Tutto molto lontano dal “dolcetto o scherzetto” che conosciamo. Tutto non poi così carino e innocentino. Sono riti che la coscienza popolare tende a negare, che la giustizia fatica a perseguire e a condannare, e che una visione adultocentrica vorrebbe normalizzare.

 

“Questo è Halloween!
Putrido!
E macabro!
Hai paura?”

Da “Questo è Halloween” film Nightmare Before Christmas

 

Cfr. i due reportage giornalistici con interviste ad alcuni esperti tra cui Claudio Foti.

La stampa, 16 aprile, 2018, “I bambini inascoltati abusati in famiglia e da sette sataniche,  di Andrea Malaguti.

Famiglia Cristiana,  28 giugno, 2018, “Gli innocenti caduti  nell’inferno delle sette”, Eugenio Arcidiacono.

https://www.lastampa.it/2018/04/15/vaticaninsider/sette-sataniche-boom-di-violenze-rituali-Icc9Fn11C3H8hZ2MoKY22M/pagina.html

https://www.papaboys.org/23-10-il-satanismo-come-si-diffonde-e-come-si-puo-combattere-state-attenti-alla-notte-di-halloween/

http://www.romatoday.it/cronaca/riti-satanici-halloween-2016.html

http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2015/10/29/halloween-fascino-dell-occulto-boom-satanismo-sette_P4LUAtLJKS5uGkEvZWNs0K.html?refresh_ce

https://caserta24ore.altervista.org/02032018/il-satanismo-piaga-terribile-di-questi-tempi/

https://it.blastingnews.com/curiosita/2018/10/i-cinque-culti-satanisti-piu-diffusi-in-italia-il-capodanno-e-il-31-ottobre-002750713.html

https://it.blastingnews.com/curiosita/2018/04/satanismo-clandestino-crimini-senza-colpevoli-e-sparizioni-improvvise-002489537.html

https://medjugorje.altervista.org/doc/inferno/halloween.html

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Allarme-di-Telefono-Azzurro-in-Italia-scompare-un-bimbo-ogni-48-ore-f3799389-69c0-4bf6-8548-9bbafcb0fa8a.html?refresh_ce

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *