PROTEGGIAMO I BAMBINI DALLA PORNOGRAFIA. FIRMA SUBITO LA PETIZIONE

Firma subito la petizione per affrontare il problema del troppo facile accesso dei bambini e dei preadolescenti alla pornografia. https://www.citizengo.org/it/pc/168365-salviamo-i-bambini-dalla-pornografia-piu-filtri-e-controlli?m=5&tcid=53707439&fb

Oltre 13 mila persone hanno firmato. L’obiettivo è raggiungere le 20.000firme.

Ci siamo ampiamente occupati di questo problema. Per noi la campagna per la protezione dei bambini e dei preadolescenti dalla pornografia deve essere accompagnata ad una campagna per l’introduzione dell’educazione sessuale nelle scuole, un’educazione sessuale che non si limiti alla trasmissione di contenuti igienico-sanitari, ma sia capaci di proporre l’avvicinamento alla sessualità nel rispetto delle emozioni e delle persone.

 “Secondo le più recenti statistiche, l’età media dell’accesso alla pornografia da parte di minori in Italia (vietato dalla legge) è tra i 9 e 12 anni, e porta spesso a forme più o meno persistenti di vera e propria dipendenza.

In ogni caso, è scientificamente dimostrato che l’abuso di pornografia, specialmente in età minorile, è causa di forti squilibri psico-affettivi che ingenerano numerosi disagi nella personalità dell’adolescente che sempre più spesso si riversano in comportamenti insani e pericolosi: cyberbullismo, sexting, atteggiamenti sessuali predatori, provocatori o violenti nei confronti dell’altro sesso, fino al rischio di cadere nella rete della pedopornografia.

Qual è lo stato attuale di questa emergenza? Che cosa non funziona nei filtri che dovrebbero impedire l’accesso di un minore a contenuti pornografici? Come è possibile migliorare la situazione rendendo questi filtri anche legalmente più efficaci? Quali azioni di sensibilizzazione ed educazione sono necessari, anche nei confronti delle famiglie, per prevenire questi fenomeni?

Chiediamo alla Commissione Parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza di formare e presentare al Parlamento uno specifico rapporto sul fenomeno nella sua complessità, al fine di adeguare la legislazione vigente e tutelare i minori dal buco nero in cui sempre più stanno cadendo intrappolati.

Pornografia e minori: urgente un rapporto speciale sull’emergenza

Chiedo che la Commissione Parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza presenti al Parlamento un rapporto speciale sull’emergenza legata all’accesso indiscriminato dei minori al mercato della pornografia (che in Italia avviene in media tra i 9 e i 12 anni) al fine di prevedere normative più stringenti ed efficaci. Difendiamo l’innocenza dei bambini!

Cordialmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *