Il Direttivo

Il direttivo dell’Associazione Rompere il silenzio. La voce dei bambini è composto da:

 

 

Claudio FOTI 66 anni, psicoterapeuta, psicodrammatista,  fondatore e direttore scientifico del Centro Studi Hansel e Gretel, ha elaborato una metodologia formativa fondata sul rispetto di tutte  le emozioni e delle emozioni di tutti, dirige Master con la Facoltà Pontifica Auxilium in diverse città italiane,  supervisore di équipe psicosociali in contesti pubblici e privati, direttore di progetti di trattamento di sex offenders, autore di pubblicazioni, giudice onorario presso il TM di Torino dal 1980 al 1993, già componente dell’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza

 

Gianluca BALDASSERONI, avvocato ed esercita la professione forense (Roma) dal 1997. Dall’anno 2000, progressivamente, ha orientato la sua attività professionale verso il diritto di famiglia e la tutela dei minori vittime di abuso, materia che, attualmente, rappresenta l’area di attività della quale si occupa in maniera prevalente. Ritiene prioritario sensibilizzare il mondo politico al fine di ottenere nuove norme giuridiche e processuali, per una più efficace tutela dei minori nei procedimenti civili e penali. Componente del direttivo di “Rompere il silenzio. Far crescere il futuro”

 

 

Nadia BOLOGNINI, psicoterapeuta, Direttore dell’area evolutiva Centro Studi Hansel e Gretel,  ha elaborato un modello di psicoterapia proposto dal Centro, basato sull’integrazione tra l’impegno dialogico ed empatico, la pratica della mindfulness ed il ricorso a tecniche quali lo psicodramma, l’EMDR, l’elaborazione della dissociazione strutturale,  l’approccio sensomotorio e l’interazione con le figure degli operatori e degli adulti soccorrevoli attorno al bambino.  Da circa un anno svolge attività di psicoterapeuta presso “La cura” di Bibbiano (RE).

 

 

 

Andrea COFFARI.  Lavora da tanti anni come avvocato (Firenze), ma anche come relatore in convegni, docente, studioso e attivista, di diritti umani, in particolar modo della tutela di categorie deboli e discriminate, in particolare bambini e donne vittime di violenza e di ingiustizia. Autore di testi  come “Tuo figlio, Andrea” (a carattere autobiografico) “I diritti dei bambini: un debito con la storia” (saggio giuridico) ha recentemente approfondito temi come l’adultocentrismo e il negazionismo in relazione alla violenza sessuale sui bambini. E’ presidente dalla sua costituzione del  Movimento per l’infanzia.

 

 

Maria Rosa DOMINICI, psicologa, psicoterapeuta,  vittimologa (Bologna), membro dell’Accademia Teatina delle Scienze, della New York Academy of Sciences, dell’International Ass. of Juvenile and Family Court Magistrates, della Società Italiana di Vittimologia, della W.S.V., dell’Ass. Internazionale di Studi Medico Psico Religiosi, docente di seminari di sessuologia, criminologia e vittimologia in università Italiane e straniere, esperta per progetti Daphne su tratta di minori e sfruttamento sessuale, creatrice del progetto Psicantropos, magistrato onorario dal1998 al 2013, T.M. e Corte d’Appello di Bologna.

 

 

Elena FERRARI, 48 anni. Sposata da 21 anni con Paolo. Una figlia di 19 e un figlio di 17 anni.
Pediatra di famiglia da 16 anni. Neuropediatra. Iscritta al 4° anno del corso di sessuologia clinica di Firenze. Nel consiglio direttivo della Federazione Italiana medici pediatri di Reggio Emilia da 15 anni e tesoriere. Da 15 anni nel comitato aziendale azienda USL di Reggio. Referente per il progetto prevenzione  obesità e sovrappeso in età pediatrica. Referente per i pediatri nel tavolo provinciale di RE maltrattamento e abuso. Referente del programma interaziendale materno infantile di neurologia pediatrica.

 

 

Martina DAVANZO, laureata in psicologia criminologica e forense. Attualmente tirocinante presso il centro studi Hansel e Gretel. Possiede un diploma di alta formazione in criminologia minorile e ha frequentato un corso di formazione per la codifica delle espressioni non verbali. Allieva del master “La cura del trauma: impegno clinico e psicologico forense”.

Il suo ambito di interesse riguarda la tutela dei diritti dell’infanzia e l’ascolto dei minori, su cui ha basato la sua tesi magistrale.

 

 

Martina GIUFFRIDA, educatrice professionale presso la Comunità educativa “La Collina” della coop. “Si Può Fare” ONLUS. Dopo aver conseguito il titolo di Laurea in Servizio Sociale, l’esperienza di educatore presso “La Collina” l’ha accompagnata in un percorso di crescita personale e professionale. Sostenere i ragazzi nella quotidianità è oggi per lei fondamentale spinta motivazionale che s’integra con i suoi progetti di vita.  Ha partecipato al corso della Erickson “Comunità per minori: metodologie di intervento, di formazione e di valutazione” ed è allieva del master inGestione e sviluppo delle risorse emotive”.

 

 

Francesca IMBIMBO, 52 anni. è stata educatrice sia in comunità che sul territorio, poi coordinatrice di comunità presso il CAF di Milano. Ha lavorato con le famiglie dei bambini accolti e negli ultimi anni è stata responsabile di tre comunità educative per bambini tra i 3 e i 12 anni e coordinatrice di un servizio di home visiting. Ha tenuto corsi di formazione sia con gli operatori dei servizi e con gli insegnanti che con genitori e bambini. Si è occupata di prevenzione del maltrattamento all’infanzia.  Oggi è libera professionista e formatrice. Si sente sempre in un percorso di crescita e per questo i cambiamenti non la spaventano.

 

 

 

Francesco MONOPOLI 33 anni (Reggio Emilia),  attualmente lavora come Assistente Sociale presso un servizio specialistico di presa in carico di minori in situazione di maltrattamento e abuso, formatore per gruppi sul metodo dell’intelligenza emotiva, socio della Società Italiana di Vittimologia.  Master in “Gestione e sviluppo delle risorse emotive” dove ha elaborato un project work su “Intervento del servizio sociale e l’ascolto delle emozioni difficili”.  Allievo del Corso di alta Formazione, Centro studi Hansel e Gretel Facoltà pontificia Auxilium.

 

 

 

Chiara PANCIROLI, 41 anni (Reggio Emilia), psicologa e psicoterapeuta cognitivo comportamentale. Lavora da sempre come libera professionista in particolare con gli adolescenti e le famiglie. E’ incaricata al Serdp sui progetti per il GAP.

Crede fermamente nella collaborazione e nell’amalgama dei saperi. Ha frequentato il master “La cura del trauma: impegno clinico e psicologico forense”.

 

 

Cleopatra D’AMBROSIO, psicologa, psicoterapeuta, psicosociologa, formatrice. Esperta in psicologia giuridica, psicologia delle dipendenze e psicologia dei gruppi. Iscritta all’albo dei periti del tribunale di Brescia dal 1995.

 

 

 

 

 

 

Romina SANI BRENELLI, 35 anni, Responsabile della Comunità educativa e area minori della coop. “Si può fare” ONLUS di Fornovo Taro (PR), Presidente dell’Associazione Madamadorè ONLUS. Insieme a suo marito Paolo sono adulti accoglienti della Comunità familiare Madamadorè, rappresentante provinciale delle Comunità per minori al Tavolo Affido, Vicepresidente del Coordinamento delle Comunità familiari dell’Emilia-Romagna. Appassionata e appassionabile, trae linfa dal rapporto diretto coi ragazzi e dall’impegnarmi in progetti a loro tutela. Allieva del Master “Gestione e sviluppo delle risorse emotive”.

 

 

Mariassunta SEVERINO, educatrice presso la Comunità educativa di Fornovo Taro (PR) “Si può fare” ONLUS. Dalla Laurea quinquennale in Scienze dell’Educazione ha sempre lavorato nel sociale con amore e dedizione. La prima esperienza con i minori è stata all’interno di un carcere minorile “Silvio Paternostro” di Catanzaro: qui ha capito certamente che i minori con difficoltà avevano bisogno di lei e lei di loro per poter vivere meglio. Allieva del Master a Reggio-Emilia su “Gestione e sviluppo delle risorse emotive” molto utile e formante per la crescita lavorativa e personale.

 

 

Sarah TESTA, psicologa e psicoterapeuta. Tirocinio prolungato per 7 anni nel servizio di NPI di Nichelino. Tirocinio di specialità presso il reparto di psico-oncologia dell’ospedale Molinette (psicoterapie con donne affette da tumore alla mammella). Tre anni fa con grande entusiasmo è entrata nell’equipe del CSHG. Si occupa sia di psicoterapie per eventi traumatici, sia di progetti nelle scuole (appassionata di educazione all’affettività e alla sessualità). Da qualche mese lavora presso il Centro La Cura, di Bibbiano. Ha frequentato il master in Sviluppo e gestione delle risorse emotive (2016). Allieva del master sulla cura del trauma.

 

Elisabetta CORBUCCI, psicologa e psicoterapeuta. Coordinatrice della cooperativa Il Cerchio delle Relazioni (Genova), con un ruolo di rappresentanza, progettazione, formazione e supervisione. Opera nel Centro Antiviolenza Mascherona e delle Case Rifugio della cooperativa. Si occupa da 25 anni di donne vittime di violenza e di bambini e adolescenti che assistono o subiscono violenze. Da due anni conduce insieme a una collega un gruppo di alfabetizzazione emotiva per sex offenders presso la casa circondariale di Genova Pontedecimo.