Rassegna Stampa n.16/2018


Commissione per la Tutela dei minori, il Papa approverà definitivamente lo statuto
22.04.2018

lastampa

Papa Francesco ha annunciato la sua intenzione di confermare definitivamente lo statuto della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori. Lo rende noto un comunicato dell’organismo presieduto dal cardinale arcivescovo di Boston Sean O’Malley, diffuso oggi pomeriggio, a conclusione della plenaria primaverile che si è svolta a Roma.


Minorenni non accompagnati, un solo affidamento in famiglia
22.04.2018

ticinonews

In Ticino vi sono attualmente 47 minorenni non accompagnati, di cui 41 hanno 15 anni o più. È quanto si evince dalla risposta del Consiglio di Stato alle due interrogazioni, presentate dal Gruppo PS a dicembre 2017 e marzo 2018, “Minorenni non accompagnati: L’affidamento a famiglie ticinesi non potrebbe essere un’opportunità per la società?”.


Pedofilia, denunciò il prete e perse il lavoro: ora la Chiesa gli dà i buoni per la spesa
21.04.2018

fanpage

Diego Esposito (nome di fantasia che lui stesso si è attribuito) è un uomo che, da adulto, ha trovato la forza e il coraggio di denunciare abusi sessuali quando aveva solo 13 anni: così nel 2010, insieme a Rete L’Abuso, ha denunciato don Silverio Mura, parroco di Ponticelli negli anni Ottanta e all’epoca suo insegnante di religione.


India: introdotta pena di morte per stupratori pedofili
21.04.2018

blastingnews

Il primo ministro indiano, Narendra Modi, introdurrà la pena di morte per gli stupratori di bambini sotto i 12 anni, in seguito al clamore e allo sdegno suscitato dalle ultime violenze sessuali che hanno sconvolto il paese.


Salerno, scoperta rete di spaccio gestita da minorenni: la vicenda
21.04.2018

vivicentro

Consumatori e pusher: ragazzi tra i 16 e i 17 anni, avevano creato una rete di spaccio che, partiva dalla Costiera e arrivava fino a Salerno. Un’intensa attività investigativa della Procura ha permesso di scoprire questa holding finalizzata alla vendita di sostanze stupefacenti che partiva dai comuni costieri di Maiori e Minori, si spingeva, passando attraverso Amalfi, Ravello e Scala, fino alla piazza salernitana dove il gruppo dei giovani pusher aveva contatti anche con alcuni maggiorenni. Due i filoni di indagini, uno affidato alla Procura per i minori, l’altro affidato a quella ordinaria, che attraverso un’attività di intercettazioni telefoniche, sono riuscite ad scoprire la rete delinquenziale operante nella Costiera amalfitana che sembra collegare i comuni di Maiori e Minori con i luoghi di approvvigionamento.


Ceccano – Accusato di aver rovinato l’auto, bimbo autistico picchiato
20.04.2018

tg24

Sarebbe stato picchiato perché avrebbe danneggiato la macchina di una vicina di casa. Un bimbo autistico di tredici anni, residente a Ceccano, è finito in ospedale a Frosinone.


Maltrattamenti sugli alunni a Caselle in Pittari. Minori e genitori chiamati a deporre
20.04.2018

ondanews

Sette udienze da celebrarsi in quattro mesi: da metà maggio a fine settembre. Una ventina di testimoni da sentire tra minori e genitori. Continua il processo in primo grado al tribunale di Lagonegro che vede imputate quattro maestre della scuola elementare di Caselle in Pittari sulle quali pende l’accusa di maltrattamenti sugli alunni e abuso dei mezzi di correzione.


Baby gang, meno denunce ma reati sempre più efferati
20.04.2018

repubblica

Reati sempre più gravi commessi da ragazzini che hanno alle spalle famiglie disgregate e percorsi scolastici disastrosi. E’ l’ultima fotografia delle baby-gang che viene fuori da una giornata di studio su “Baby gang, devianza, il racconto di un fenomeno sociale”, dedicata alla carta di Treviso, il codice deontologico per i giornalisti. E se le denunce di episodi criminali commessi da minorenni sono in calo, è vero però che la tipologia degli atti commessi colpisce per la sua efferatezza spesso gratuita.


Padre a processo: per due anni avrebbe abusato sessualmente della figlia minorenne
20.04.2018

veronasera

„Dal 2010 al 2012, due lunghi anni di violenze sessuali inflitte alla figlioletta tra i 12 e i 14 anni di età, subito dopo la separazione dalla moglie. Questa la terribile accusa rivolta nei confronti di un uomo veronese, un padre che si sarebbe dunque spinto a compiere in modo reiterato un crimine tra i peggiori, l’abuso su di un minore, nei confronti peraltro della propria stessa figlia.“


‘Gesù Bambino, proteggimi dallo zio’. Casa degli orrori, abusi su un bimbo
20.04.2018

lanazione

Un appartamento degli orrori, dove capitava che, mentre guardavi la tv, ti trascinavano con la forza nella camera da letto, dove «facevano le schifezze». Quelle «schifezze», violenze sessuali che sarebbero durate per anni, sono state raccontate dettagliatamente dalla piccola presunta vittima, un bambino che all’epoca aveva appena sette anni, durante un processo lungo e complesso che ora arriva alle battute finali.


Castelli Romani: banda picchia minorenni di Frascati e Grottaferrata, 6 arresti
19.04.2018

romatoday

„Una vera e propria banda che spadroneggiava nei Castelli Romani. Un gruppo composto da sei ragazzi, due 19enni, due 26enni, un 17enne e un giovane di 16 anni che capeggiava il sodalizio. Il gruppo, sgominato dai Carabinieri della Stazione di Grottaferrata, agiva incutendo timore e paura nei giovani  con veri atti di bullismo, talvolta imitando atteggiamenti da “boss”. Le loro scorribande erano note tra Frascati e Grottaferrata ma non venivano denunciate dalle vittime per paura di ritorsioni.“


Bambina di sei anni stuprata in India: rapita ad un corteo nuziale
19.04.2018

nanopress

Un nuovo stupro minorile in India, una nuova storia di orrore e degrado a pochi giorni da quella avvenuta in Bengala. Stavolta il teatro degli eventi è il villaggio Semra Bajha, nello stato dell’Uttar Pradesh nell’India del centronord, e la vittima ha appena 6 anni. Solo pochi giorni fa il governatore dell’Uttar Pradesh, Yogi Adityanath, aveva proposto la pena di morte per i pedofili.


Asilo nido Gavirate, ciabatte in faccia e la «stanza buia» delle punizioni: due maestre finiscono in manette
19.04.2018

corriere

Ciabatte lanciate in faccia ai bimbi, piccoli lasciati piangere da soli nella «stanza buia», punizioni, insulti e maltrattamenti vari: è quanto emerge dai video mostrati oggi dai carabinieri che hanno illustrato l’operazione che ha portato all’arresto di un’educatrice e alla denuncia della cuoca di un asilo nido privato di Gavirate, in provincia di Varese.


‘Sexting’, sospesi 12 liceali finiti ai lavori sociali
18.04.2018

laregione

I casi di ‘sexting’ o ‘revenge porn’ finiti al centro di indagini della magistratura minorile milanese negli ultimi anni si sono moltiplicati. E quello finito alla ribalta delle cronache dopo che il preside di un liceo scientifico di Milano ha sospeso 12 studenti e li ha ‘condannati’ a svolgere lavori socialmente utili per aver diffuso in chat un video nel quale compare una loro amica senza veli, dimostra da un lato che il fenomeno sta dilagando ed è “grave” e dall’altro che anche la scuola comincia a muoversi nonostante l’assenza di una “educazione ‘digitale’ in accordo con una sana e corretta educazione sessuale”.


Regolamento Ue minori e social: parla il Garante per l’infanzia: “serve un linguaggio accessibile”
18.04.2018

euronews

La nuova normativa europea sulla privacy adottata nel 2016, che entrerà in vigore da maggio in tutti gli Stati delll’Unione, pone nuove regole sul consenso digitale da parte dei minori. Un regolamento direttamente applicabile, l’Italia come gli altri paesi, sta mettendo a punto un decreto legislativo per adeguare la normativa nazionale alle predisposizioni del regolamento.


Pedofilia, il processo che scuote la cattolica Argentina
18.04.2018

repubblica

Settantuno testimoni sono stati convocati dal tribunale di Paraná. Dovranno rievocare le notti da incubo nell’arcidiocesi di Nostra Signora del Cenacolo, retta da padre Juan José Llaraz, prefetto della disciplina tra il 1985 e il 1993. “Sentivamo le urla e i pianti, non potevamo fare niente”.


Android, migliaia di app spiavano i minorenni
17.04.2018

tomshw

Uno studio recente dell’International Computer Science Institute ha dimostrato che migliaia di app Android tra le più popolari del Google Play Store raccoglievano i dati dei minori di 13 anni senza alcuna autorizzazione da parte dei genitori, violando così il Children’s Online Privacy Protection Act, noto con l’acronimo di COPPA, una delle poche leggi statunitensi ad essere davvero stringente sulla profilazione e l’uso dei dati dei minori, ma che a quanto pare sarebbe difficile da applicare e far rispettare.


“Maltrattati e insultati all’asilo”: due bambini possono testimoniare, quali le maleparole
17.04.2018

lanazione

Potranno raccontare anche al Gip quello che hanno già detto in famiglia, che a soli quattro anni cioè avrebbero subito i maltrattamenti e gli insulti della suora di un asilo cattolico della periferia, in una delle frazioni di cintura.


Abusi su 12enne,poi la filma in camerino
16.04.2018

ansa

Ha molestato una 12enne per poi seguirne gli spostamenti e riprenderla con una microcamera nascosta in un portachiavi mentre si provava gli abiti in un camerino, fin quando la ragazzina, impaurita, ha informato i genitori presenti che hanno subito chiamato i carabinieri, i quali poco dopo hanno bloccato il presunto pedofilo.


Australia, gli abusi, le conclusioni
16.04.2018

settimananews

Un prezioso passo avanti verso misure più adeguate di riparazione e di giustizia nei confronti delle vittime di abusi, nonché per un rinnovamento della Chiesa cattolica, è rappresentato dal Rapporto che il 15 dicembre 2017 la “Royal Commission” ha consegnato come risposta istituzionale agli abusi sessuali commessi su minori in Australia. È la risposta di quella nazione alle numerose denunce registrate da anni in questa materia. La “Royal Commission” viene attivata quando si tratta di questioni di interesse nazionale.


Bombardati dai social, così si perde l’identità individuale
16.04.2018

lastampa

Precipizio verso la stupidità o nuovo umanesimo? La rete e i social network non rallentano e guadagnano sempre più terreno e il mondo digitale è una frequentazione quotidiana per molti italiani, spesso scarsamente connessi con quanto li circonda.