QUANDO TI OCCUPI DI ABUSO …

Maria Rosa Dominici


Quando ti occupi di pedofilia e reati o delitti ad essa connessi non ti stupisci di nulla.
Il sesso con i bambini è la vera discesa all’inferno, così puoi leggere di 2 genitori che da tempo abusano della figlia di 17 mesi, di persone consacrate a Dio che predando la fiducia predano l’innocenza, sai di alleanze fra pedofilia e satanismo in una continuità per cui l’uno diventa l’alibi dell’altro. Quando ti occupi di violenza sessuale sui bambini puoi conoscere le vicende non solo di genitori abusanti,  ma anche di parenti, amici di famiglia insospettabili,  vicini di casa, professionisti … ) che agiscono indisturbati nelle famiglie e si appropriano del corpo e dell’anima di figli mentre i genitori non possono e non vogliono accorgersene.  

Questi pedofili hanno la sindrome del cuculo, perché  si intrufolano e si cibano degli implumi.  Il cuculo è un uccello parassitario perché mangia e vive a spese altrui. Occupa il posto dei figli, espropriandoli dalle cure genitoriali, condannandoli così a morte. Mentre compie il delitto i genitori inconsapevoli accolgono il predatore senza riconoscerne i propositi, mentre i figli vengono condannati ad una morte crudele, silenziosa, piena di solitudine.

Quando ti occupi di pedofilia di imbatti in questi fatti reali, atroci, quotidiani. Destino è che finita l’immediatezza del brivido creato dai mass media, tutto on in modo reale cade sotto la polvere dell’indifferenza.  Me ne occupo da decine d’anni, eppure il dolore, il mettermi al posto della vittima, il pensare il suo corpo violato, sentirne il dolore e la vergogna dello sporco che ti resta addosso, oppure l’incantesimo difensivo che alle volte fa percepire il mostro come un principe azzurro o come una splendida sirena, ancora mi turba e sono grata a questo sentire che preserva la mia indignazione umana dall’assuefazione a cui socialmente si sta tendendo.

Quando ti occupi di abuso ti accorgi che i bambini sono invisibili, perché non ascoltati e non considerati, ma anche gli stessi orchi sono invisibili. O meglio le diventano essendo organizzati a far sparire le tracce.   Quando ti occupi di abuso capisci che la pedofilia è un delitto sociale, che la società è connivente, che la maggioranza delle persone preferisce non credere o per paura tacere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *