FILASTROCCA DEL BAMBINO ABUSATO

Filastrocca del bambino abusato

Vieni vieni bel bambino,

che t’insegno un bel giochino.

Vieni vieni bimbo bello,

ti ripeto il ritornello:

questo gioco è un gran segreto

che rimane solo nostro,

non sia mai qualcuno dica

ch’ero un uomo e sono un mostro.

Chiedo allora a Vostro Onore

di guardare con favore

questa causa troppo incerta

dove la sentenza è aperta.

Si può forse immaginare

che un sì caro paparino

possa giungere a rubare

la purezza di un bambino?

Resta il dubbio, questo è il fatto!

Resta incerto il mio misfatto.

E se il bimbo lo racconta

perché troppo è il suo dolore,

sarà forse la sua mamma

animata dal rancore?

Sarà troppa fantasia?

La reputazione è mia!

Sarà mai condizionato?

Dico dunque al magistrato:

si proceda con ragione

a una bella archiviazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *