SALVERESTI UNA BAMBINA DA UN PEDOFILO? [Esperimento sociale]

– ISCRIVITI AL CANALE: http://fanpa.ge/kHck2 Il provocatore sociale – puntata 1 Riconosceresti un pedofilo? Come ti comporteresti se vedesti con i tuoi occhi…

Certamente questo video di Fanpage è un servizio che può  suscitare dubbi e alcune critiche. Qualcuno potrebbe esprimere una perplessità per il fatto che si coinvolge nell’esperimento sociale Giulia, una bambina di 8 anni. Ma non sembra che questo coinvolgimento possa risultare diseducativo o dannoso per Giulia. Agli 8 anni le bambine possono e devono avere un’idea dell’esistenza dei pedofili, del movente sessuale che può spingere ad agire le persone in modo scorretto e dei rischi di essere avvicinate da persone sconosciute.

Una perplessità più consistente può nascere dal fatto che l’esperimento sociale si concentra sull’iniziativa di un pedofilo che non conosce la bambina ed che tenta un abbordaggio ai giardini pubblici, al di fuori di un contesto familiare, educativo ed istituzionale che è invece quello maggiormente utilizzato dai perversi per sviluppare la loro strategia di seduzione e di abuso.  Nel video il pedofilo offre una caramella alla bambina, per cercare di presentarsi come benevolo ai suoi occhi. “Non prendere caramelle dagli sconosciuti!”, dice un messaggio educativo ricorrente. In realtà occorrerebbe forse, paradossalmente, ammonire i bambini in altro modo: “Non prendere caramelle dagli sconosciuti!”, alla luce della comprensione delle dinamiche dell’abuso che si sviluppano più frequentemente e più gravemente in un contesto sociale rassicurante per il bambino e soprattutto in famiglia.

La maggior parte degli abusi sessuali (circa l’80% in base a molte ricerche ) vengono perpetrati da figure familiari o comunque figure che sono già conosciute dal bambino (vicini di casa, amici di famiglia, insegnanti, professionisti, sacerdoti …) e che pertanto utilizzano strumentalmente i legami di fiducia e di rassicurazione per la loro strategia perversa.

Ma possiamo fare tutti commenti critici che vogliamo a questo video, ma non possiamo negare che la sua funzione è molto positiva perché fa emergere l’indifferenza sociale come elemento che avvolge e permette nella nostra realtà  la commissione degli abusi sessuali e l’iniziativa pedofila in un contesto di scarsissima attenzione e responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.