Rassegna Stampa n.17/2018


Baby-gang Irpinia: 2018 violento fra pestaggi, risse e rapine
29.04.2018

ottopagine

Giovani, violenti, spesso “allergici” alle regole. Anche l’Irpinia ha scoperto il fenomeno delle baby-gang. Poco più che ragazzini ma già protagonisti di una scia di episodi criminali che hanno finito per scuotere il sentire comune rispetto a situazioni che fino a qualche anno fa erano estranee alla provincia di Avellino. I dati, è bene ricordarlo, non raccontano di un’emergenza: l’Irpinia resta fra le trenta province più sicure di Italia. I fatti di cronaca sono però emblematici di un malessere sempre più diffuso fra i giovani che sembra legittimare anche l’utilizzo della violenza più brutale. Ecco di seguito gli episodi emblematici da inizio anno.


Ubriachi davanti alla discoteca, due minorenni all’ospedale. Uno ha 13 anni
29.04.2018

ilpiacenza

Due giovani – entrambi minorenni – sono finiti all’ospedale in ambulanza a causa dell’alcol nella notte fra sabato e domenica 29 aprile. Uno ha addirittura 13 anni, l’altro 17. A soccorrerli, completamente ubriachi, sono stati i sanitari del 118 di Piacenza accorsi con due ambulanze e l’automedica nel parcheggio di una discoteca.


No alla trasfusione per una 13enne, Testimoni di Geova si difendono: “Non era in pericolo”
28.04.2018

lameziainstrada

La notizia era rimbalzata una decina di giorni fa, quando il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, aveva messo in contatto il presidente del Tribunale dei Minorenni di Catanzaro, Luciano Trovato, con i medici di un ospedale calabrese autorizzandoli ad intervenire nel caso di una ragazza adolescente a cui i genitori, Testimoni di Geova, avevano negato l’esecuzione di una trasfusione di sangue, nonostante la giovane ne avesse urgente necessità.


Pedofilia, la Curia di Napoli dopo le accuse a un sacerdote: «Chi sa parli»
28.04.2018

corriere

Lancia un appello la Curia arcivescovile di Napoli «a tutti coloro che sono in possesso di elementi utili per le indagini» su presunti casi di pedofilia dei quali viene accusato un sacerdote della Diocesi di Napoli. Casi, in merito ai quali la Curia, si legge in una nota, «conferma quanto precisato nel comunicato stampa del 7 aprile scorso e cioè che, dopo la riapertura del caso disposta da Papa Francesco anche a seguito di altra denuncia riportata da alcuni mezzi di informazione, la Congregazione della Dottrina per la Fede ha affidato alla Diocesi di Napoli l’incarico di procedere ai necessari adempimenti, secondo le norme canoniche».


Pedofilia: don Di Noto (Meter), “non possiamo permettere che i piccoli diventino scarto e oggetti erotici”
27.04.2018

agensir

“Non possiamo permettere che i piccoli diventino scarto e oggetti erotici per il personale e sociale godimento, alla luce di uno pseudo diritto di vivere relazioni affettive, d’amore e sessuali con i piccoli che, secondo questa falsa ideologia e pensiero, possono manifestare un libero consenso nella scelta del partner: età tra zero anni e pubertà. Di questo si nutrono pedofilia e pedopornografia”.


Pedofilia, la Chiesa è troppo egoista per sconfiggerla davvero
27.04.2018

ilfattoquotidiano

Quella raccontata da Andrea Cattaneo ed Ersilio Mattioni sull’ultimo numero di Fq Millennium è una storia di ordinaria pedofilia clericale: in una sera di dicembre del 2011, a Rozzano, periferia milanese, il giovane prete don Mauro Galli convinse la famiglia di Davide, un ragazzino quindicenne che frequentava l’oratorio, a lasciarlo dormire nei locali della parrocchia.


Bullismo e cyberbullismo in Umbria, tutti d’accordo sulla legge per la prevenzione
26.04.2018

tuttoggi

Via libera all’unanimità in Consiglio regionale | La legge punta su campagne di sensibilizzazione e di informazione, su iniziative sui temi della legalità e del rispetto reciproco, sull’uso consapevole degli strumenti informatici e di internet.


Trieste, “vendeva” le figlie minorenni: a processo
26.04.2018

gelocal

Nessuno sospettava che quelle ragazzine, appena quattordicenni, fossero costrette a prostituirsi. Non da estranei, ma dalla madre. Succedeva in un alloggio di via Molino a vento, occupato da una famiglia di dominicani. La drammatica realtà è venuta a galla dai racconti della donna, quarantenne, a sua volta obbligata a vendere il proprio corpo dal marito. Lei, esasperata dalle minacce e dai pestaggi del compagno, è andata a riferire tutto alla polizia.


Darfo Boario Terme: il 26 giugno la sentenza per Angelo Blanchetti, chiesti 10 anni di carcere
25.04.2018

bresciatoday

„E’ attesa per il prossimo 26 giugno la “chiosa” giudiziaria (almeno in primo grado) che riguarda l’ex parroco di Corna, frazione di Darfo Boario Terme, accusato di abusi sessuali su minori: quel giorno è attesa infatti la sentenza per Angelo Blanchetti, che avrebbe abusato di un ragazzo di 14 anni di origine straniera negli ambiti della piccola parrocchia camuna.“


“Maltrattamenti a bimbi dell’asilo”, sospesa un’insegnante di Castelvetrano
25.04.2018

gds

Nel pomeriggio di ieri gli uomini del commissariato di Castelvetrano hanodato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio di un pubblico servizio a carico dell’insegnante. Secondo quanto ricostruito dall’attività di indagine, tutto sarebbe partita da una segnalazione relativa a maltrattamenti ai danni dei bambini di scuola materna da parte dell’insegnante, la quale, secondo quando denunciato, avrebbe avuto dei comportamenti violenti nei confronti dei piccoli.


YouTube ha rimosso 8,3 milioni di video. E quelli porno sono solo la punta dell’iceberg
24.04.2018

businessinsider

Solo pochi mesi fa Google (che è proprietaria di Youtube) era finita al centro di un’aspra polemica perché un’inchiesta del Times di Londra aveva trovato due canali dedicati alla promozione di siti che vendevano immagini sessuali con protagonisti i bambini. I canali in questione mostravano video di bambini che, con abiti succinti, ammiccavano e ballavano in modo sessualmente esplicito e faceve profferte al loro potenziale interlocutore.


Si denuda e poi insegue due minorenni: arrestato uomo di 31 anni nel Fiorentino
24.04.2018

repubblica

Prima si è abbassato i pantaloni di fronte a due ragazzine di 14 anni, poi si è messo a inseguirle in mezzo alla strada. E’ accaduto ieri pomeriggio in un giardino pubblico a San Casciano. Lui, un marocchino di 31 anni con una lunga serie di precedenti alle spalle, è stato fermato dai carabinieri pochi minuti più tardi. Raccolta la sofferta testimonianza delle ragazzine, i militari hanno fatto scattare le manette in flagranza di reato.


Gela, lo spaccio della cocaina gestito dai minorenni: sette arresti
23.04.2018

gds

È stata scoperta un’organizzazione criminale che spacciava cocaina tra la Sicilia, la Lombardia, il Veneto, la Toscana e l’Emilia Romagna. È stato calcolato un giro di circa 40.000 euro al mese, con una media di guadagni di 1.500 euro al giorno.


Botte alla moglie davanti ai figli minorenni: in casa arrivano i carabinieri
23.04.2018

corrieredicomo

Ha aggredito la moglie e i figli minorenni, di 8 e 13 anni. Poi, non contento, se l’è presa anche con i carabinieri interventi dopo la denuncia della compagna. Due i militari costretti a farse medicare dal pronto soccorso per lesioni rimediate successive a calci, pugni e testate sferrate dall’uomo.